Login   Tu sei in: tecnopolo


La rete regionale


logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

 

logo piattaforma
Piattaforma Agroalimentare

logo piattaforma
Piattaforma ENA

logo piattaforma
Piattaforma ICT e DESIGN


logo piattaforma
Piattaforma MECCANICA e MATERIALI


BIBLIOGRAFIA prodotta dal laboratorio



Lista di tutta la bibliografia
Rappresentatività spaziale di misure di qualità dell'aria. Valutazione di un metodo di stima basato sull’uso di 'BACKWARD TRAJECTORIES'.
Autori Vitali L., Ciancarella L., Cionni I., Cremona G., Piersanti A., Righini G.  Anno 2013
Tipologia Deliverable o report di progetto
Abstract La rappresentatività dei siti di monitoraggio delle concentrazioni di inquinanti in atmosfera è un parametro fondamentale nella scelta della dislocazione delle stazioni di misura e nelle valutazioni di esposizione della popolazione ai livelli di concentrazione misurati. In generale, la rappresentatività spaziale di un sito è definita in letteratura facendo riferimento alla variabilità dei livelli di concentrazione nell’intorno del sito stesso. Nel presente studio è proposta un’analisi della rappresentatività spaziale basata sulla caratterizzazione meteorologica del sito, attraverso il calcolo e l’elaborazione statistica di backward trajectories. Per poter usufruire della base dati meteorologica ad alta risoluzione messa a disposizione dal Modello Nazionale MINNI, è stato sviluppato un insieme di procedure ad hoc (M-TraCE) per il calcolo e l’elaborazione statistica delle traiettorie delle masse d’aria in arrivo al sito di interesse.
La metodologia sviluppata è stata applicata per una sua valutazione all’analisi di rappresentatività di tutti i siti delle Reti Speciali di misura della qualità dell’aria (D.Lgs. 155/2010, artt. 6 e 8), ricostruendo per ciascuno di essi le traiettorie in arrivo a diverse ore della giornata per tutti i giorni di tre intere annualità. L’insieme dei risultati a disposizione ha fornito, per ciascun sito, non solo un’analisi sintetica d’insieme, ma anche una valutazione della variabilità di tale stima al variare delle condizioni meteorologiche sia su lungo periodo sia su breve scala temporale. Al fine di valutare le potenzialità della metodologia sviluppata, sono stati selezionati alcuni siti della Rete caratterizzati da diversi contesti, sia dal punto di vista dell’ambiente naturale che dal punto di vista delle attività antropiche, per i quali è stata effettuata una più approfondita analisi ambientale e territoriale in ambiente GIS. Anche se, alla luce dei risultati ottenuti, questa metodologia non si è mostrata adatta per la stima assoluta e quantitativa dell’area di rappresentatività, essa ha mostrato ottime potenzialità nel fornire una particolareggiata caratterizzazione anemologica del sito. Questo approccio può essere pertanto efficacemente utilizzato, in studi di rappresentatività spaziale, a supporto di altre metodologie, consentendo di isolare gli effetti dovuti alla sola meteorologia.
Referenza_Bibliografica Vitali L., Ciancarella L., Cionni I., Cremona G., Piersanti A., Righini G.
Rapporto tecnico-scientifico RT/2013/15/ENEA consegna di progetto al MATTM 13/06/2013 [progetto Accordo di Collaborazione con il Ministero dell’Ambiente del Territorio e della Tutela del Mare finalizzato allo sviluppo di stazioni di misurazione della qualità dell’aria].
Unita di Ricerca MIA
LastUpdate 27/11/2013
Topic di ricerca collegati
Codice Topic di ricerca Descrizione
2.7 Inquinamento atmosferico

impact factor Falso




POR FESR

logo rete


" logo Fondo coesione europea



Condividi questa pagina con

LinkedIN share Facebook share condividi
Dichiarazione di accessibilità 6d66ae69-c6fd-4cb9-b536-be3fdfb0144c